PROGRAMMA GENIUS: ANCORA UN ALTRO 10%

IN COSA CONSISTE IL PROGRAMMA GENIUS DI BOOKING.COM?

Se sei stato contattato dal tuo account Manager di booking.com, che ti ha proposto un fantastico strumento per aumentare la tua visibilità con i loro clienti, alla irrisoria cifra di un piccolissimo 10% di sconto sulla tua tariffa… pensaci bene!

Aderire al programma GENIUS può non essere solo questo!

Sappiamo bene che le OTA tengono ormai in pugno le vendite delle camere degli hotel e che, volere o volare, se vuoi avere visibilità sul mercato, difficilmente puoi rifiutarti di collaborare con loro. Ma continuare a dar loro potere, potrebbe avere effetti devastanti, soprattutto a lungo termine.

Questo perché, un passettino alla volta, sfruttando la competizione tra strutture sulla loro stessa piattaforma, fanno sì che tu albergatore conceda loro un pezzettino del tuo business a poco a poco.

Proviamo a riflettere:

Se sei un osservatore attento avrai certamente notato che la politica di questi intermediari tende sempre a pesare di più dalla parte degli ospiti e meno da quella degli albergatori (vedi la nuova politica di cancellazione delle tariffe prepagate non rimborsabili che stanno lentamente imponendoci). Ti sei mai chiesto come mai? Semplice: finché gli hotel saranno OTA dipendenti, l’ unica preoccupazione che queste agenzie avranno sarà quella di tutelare e agevolare chi, invece, potrebbe preferire altre piattaforme per prenotare una camera!

Per tornare a booking.com, il programma GENIUS non è altro che un sistema di fidelizzazione che consente di premiare i loro clienti più assidui, con i tuoi soldi!
Hai capito bene: tu albergatore, fai un regalo (del 10% di sconto) ai tuoi clienti, perché sono assidui frequentatori della piattaforma di booking.com (non perché sono tuoi clienti abituali!)

E non finisce qui! Per aumentare il tuo appeal come struttura, per vincere sui tuoi competitor e per ringraziare ulteriormente il cliente Genius, puoi decidere di regalare ancora altri servizi (uno è obbligatorio) come drink di benvenuto, aperitivo, ingresso spa, colazione… Quindi, alla fine, cosa ci avrà guadagnato l’hotel? In termini di ricavi, sicuramente un -10%, mentre, in termini di visibilità, avrà aumentato il suo raggio d’apparizione.

La domanda che ti pongo, però, è: cosa accadrà alla tua visibilità quando tutte le strutture affiliate a booking.com avranno aderito al programma Genius, perché l’esigenza glielo imporrà? Accadrà che tornerà quella di partenza, ovvero identica a quella di tutti gli altri! E sarà a quel punto che booking inventerà il programma Super Genius, con un 20% di sconto sulla tua tariffa…

Più potere continuerai a concedere alle OTA, meno potere contrattuale avrai nel tempo.

Ti porto un esempio: sai bene che ci sono destinazioni in cui le percentuali di commissione sono più alte rispetto ad altre. Ti sei mai chiesto come mai? Semplice: sono stati gli albergatori stessi ad alzarsele! Con booking.com, ad esempio, hai la possibilità di scalare il ranking sulla piattaforma, pagando un’overcommission fino al 40%. In alcune destinazioni, la concorrenza è stata talmente agguerrita che tutte le strutture si sono autonomamente posizionate sul 18%, 22% o 25%. Questo ha consentito a booking di alzare l’asticella della commissione minima ed ha fatto sì che le nuove affiliazioni, di nuove strutture, prevedessero la stessa base di partenza!

Ora, aderire o meno al programma Genius è una scelta solo tua, ma sappi che il beneficio  immediato che potresti trarne in termini di occupazione, potrebbe non darti buoni risultati in termini di ricavi, soprattutto a lungo termine.

Se ti propongono la lampada, occhio a sfregarla, perché potrebbe contenere il genio del male!

Guido Libonati

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *