5 RAGIONI PER CUI I TUOI CLIENTI SCELGONO LE OTA

Perché, anche se possiedi il sito web più bello e meglio posizionato della galassia, buona parte delle tue prenotazioni proviene dalle OTA?

In questo articolo proverò a darti 5 ragioni per le quali chi viaggia sceglie di affidarsi alle Online Travel Agency

1.   L’immediatezza di effettuare una prenotazione

Nel mondo del web 3.0. la velocità con cui svolgiamo le operazioni è di fondamentale importanza. Vi ricordate i primi modem a 56k? Quanto tempo ci voleva per connettersi al web, per aprire la pagina di un sito o per scaricare un file? A volte, anche minuti o ore. Sareste disposti, oggi, ad attendere lo stesso tempo mentre navigate? Impossibile: 3 secondi e, se la pagina non si apre, cambiamo risultato di ricerca. Bene, prenotare con pochi click tramite una piattaforma OTA, risulta più semplice e rapido che telefonare o inviare una e-mail (stesso motivo per il quale il proprio sito dovrebbe offrire la stessa rapidità di operazione attraverso un ottimo booking engine).

2.    Facilità nella comparazione dell’offerta

Avere a disposizione più strutture in elenco, con un’unica ricerca, facilita la comparazione tra i risultati e la rende centinaia di volte più rapida. Immaginate quanto tempo impiegherebbe un cliente a consultare tutti i siti web delle varie strutture di una destinazione, uno per uno, con formati e menu’ differenti.

3.     Filtri di ricerca

Un aiuto importante che le piattaforme OTA offrono, sono i filtri di ricerca. E’ possibile, infatti, escludere dai risultati tutte quelle strutture che non hanno le caratteristiche che vogliamo. Possiamo decidere, per esempio, di far comparire tra i risultati solo le strutture comprese in una fascia di prezzo, oppure quelle situate in centro, con parcheggio, che accettano animali, scegliere il numero di stelle, con cancellazione gratuita, prenotabili senza carta di credito, con piscina, tv schermo piatto, wi-fi…

4.     Tranquillità per l’utilizzo delle carte di credito

Pensiero comune di chi non opera nel settore dell’ospitalità è quello che utilizzare una carta di credito prenotando con un’OTA sia sinonimo di garanzia assoluta. Quello che non sanno i clienti, però, è che è sempre l’hotel (a meno che non sia l’OTA a ricevere direttamente i pagamenti per poi girarli alla struttura a fine mese al netto delle commissioni) a gestire i dati. Pertanto, se il dettaglio di una carta dovesse capitare nelle mani di un dipendente disonesto, il rischio, OTA o no, ci sarebbe comunque!

5.      Fiducia nelle OTA

Non sappiamo ancora per quale strana ragione, ma i clienti si fidano delle OTA. Nell’immaginario comune, tutte le informazioni inerenti una struttura affiliata ad una agenzia online sono reali. Per la serie: se c’è scritto che l’hotel è a 100 metri dal centro e che è una bella struttura, è tutto vero. Più volte ho ascoltato ospiti dire frasi del tipo: “siamo stati benissimo… noi prenotiamo sempre tramite Booking, perché è una garanzia!”; come se booking.com verificasse personalmente le condizioni e i servizi di una struttura, prima di affiliarla.

In poche parole, le OTA hanno fatto un ottimo lavoro di marketing e posizionamento, tanto da diventare una sorta di garanzia per chi le utilizza.

Cambiare l’opinione pubblica sarà impresa ardua, ma con un po’ di impegno e, spinti dalla necessità, sono sicuro che impareremo a disintermediare.

Buona opera di convincimento a tutti!

Guido Libonati

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *