PROFESSIONE INFLUENCER

IL caso Elle Darby, di professione influencer, ha fatto molto discutere negli ultimi giorni. Si tratta di una ventiduenne che si è vista rifiutare una prenotazione da Paul Stenson, proprietario del White Moose Café e del Charleville Lodge Hotel di Dublino, perché pretendeva di pagare il soggiorno (nel giorno di S. Valentino) con una videorecensione. Le polemiche sul caso sono state tantissime. Inutile dire che i social sono diventati campo di battaglia  per i sostenitori di entrambe le parti.

Non è mia intenzione prendere le parti dell’uno o dell’altra. Quello che vi chiedo, invece è: secondo voi, un albergatore dovrebbe accettare o no una proposta analoga?

Per quanto mi riguarda, la risposta è semplice e alquanto banale: dipende dalla strategia!

Se una struttura ricettiva ha programmato, magari a inizio anno, di dare un’accelerata alla propria posizione sui social, sacrificare una camera (anche il giorno di San Valentino) potrebbe rientrare perfettamente nella pianificazione. Chiaramente, ragionando in ottica di marketing, sarebbe anche il caso di capire chi è il pubblico che segue il/la sedicente influencer. Sapere che lo “spot” sarà probabilmente visualizzato da centinaia di utenti, potrebbe non essere sufficiente al fine di prendere la giusta decisione. Immaginate un hotel 5 stelle lusso, che magari ha voglia di essere più presente sui social media, che riceve una proposta simile da un vlogger ventenne, con un numero importante di follower della stessa fascia d’età. Probabilmente, se accettasse, le centinaia di visualizzazioni non gli porterebbero neanche l’ombra di una telefonata. Una struttura simile, sarebbe più propensa ad offrire un soggiorno gratuito ad un famoso architetto o ad Alberto Angela, sperando che quest’ultimo apprezzi e diffonda video o foto nel mondo. Quindi, concludendo, se un’azione è giusta o sbagliata, dipende solo dai vostri obiettivi.

Sicuramente, però, utilizzare i canali social, o meglio ancora affidarsi ad un social media manager, di questi tempi può fare la differenza.

Buona pianificazione a tutti!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *